Di Lei

2022-06-19 01:02:43 By : Mr. Yifei Zhou

Spesso la grandezza del piumone diventa un problema che sembra insormontabile. Se si decide di lavarlo, infatti, e ci si accorge che il cestello della lavatrice non riuscirebbe mai a contenerlo perché troppo grande o pesante, potremmo trovarci davanti a un problema enorme (ma solo apparentemente). Esiste un altro modo per lavare il piumone, semplice ed efficace.

Tra le questioni casalinghe, il lavaggio del piumone causa problemi a molte persone. La sua grandezza (e spesso pesantezza) provoca dubbi sul suo lavaggio, soprattutto quando non si ha a disposizione una lavatrice che possa contenere troppi panni e soprattutto un grande peso. Quasi sicuramente il primo pensiero che arriva nella mente di chiunque si trovi a dover risolvere un problema simile è quello della lavanderia, e ovviamente non è una soluzione sbagliata, forse solo poco economica.

Che sia lavanderia a gettoni o una tradizionale con persone esperte che facciano il lavoro al posto nostro, sicuramente è una soluzione poco comoda per via del fatto che bisogna piegare per bene il piumone e trasportarlo fino a destinazione, per poi portarlo nuovamente a casa. Esiste quindi un altro metodo efficace e “casalingo” per poter lavare il piumone quando non entra in lavatrice.

Sicuramente qualora si avesse a disposizione una lavatrice capace di contenere un piumone, quello sarebbe il metodo più veloce e semplice per poter effettuare il lavaggio; non bisogna perdersi d’animo, però, perché c’è un altro metodo casalingo a cui si può ricorrere: richiede un po’ di tempo in più, ma il risultato sarà comunque ottimo.

Come prima cosa, c’è bisogno di una vasca da bagno: proprio così, il piumone che non entra in lavatrice si può lavare nella vasca di casa propria. Prima di proseguire con il lavaggio bisogna accertarsi che sia pulita per bene, dopodiché si può passare alla fase di riempimento della vasca con acqua fredda o tiepida con aggiunta di detersivo per capi delicati versandone mezzo tappo per un piumone matrimoniale o un quarto di tappo per un piumone singolo. Il motivo è importante: troppo detersivo renderà difficile il risciacquo del piumone, e considerando che a mano non possiamo effettuare le fasi di risciacquo e centrifuga ai livelli di una lavatrice, meglio non esagerare con la schiuma.

Una volta tenuto in ammollo il piumone, si può passare alla fase successiva che è la più faticosa: eliminare la troppa acqua in eccesso. Esistono due modi differenti per farlo, a seconda del materiale del piumone. Se abbiamo a che fare con una fibra sintetica, bisogna far andare via l’acqua della vasca, prendere uno stendino e inserirlo all’interno della vasca da bagno, mettendoci sopra il piumone, e con l’aiuto del soffione della doccia effettuare il risciacquo; se abbiamo a che fare con una fibra naturale, bisognerà eliminare l’acqua con la schiuma e riempire nuovamente la vasca con acqua non contaminata, lasciare ancora un po’ in ammollo e infine svuotare nuovamente la vasca.

Sicuramente si tratta di una procedura più faticosa per via della pesantezza del piumone una volta bagnato, ma è senza dubbio un metodo casalingo infallibile per un lavaggio senza lavatrice.

© Italiaonline S.p.A. 2022 Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l. P. IVA 03970540963

html>